Breaking News
Home / PERSONALE / 7 passaggi per vincere la risoluzione delle crisi – advanced lives.com
7 Steps for Winning Crisis Resolution — Amy Vetter

7 passaggi per vincere la risoluzione delle crisi – advanced lives.com

Una cosa è vera per azienda, niente andrà bene tutto il tempo. Alla fine, avrai una crisi per la tua azienda. Potrebbe essere interno come un progetto che viene scardinato, conflitti di squadra, problemi finanziari, una fermata mongoloide per un processo quotidiano. Può anche essere esterno, come trattare con clienti problematici una questione di pubbliche relazioni.

Mentre molti evitano la risoluzione dei conflitti (e probabilmente fanno di tutto per evitare i conflitti), ho scoperto che le crisi dei conflitti possono essere grandi opportunità di crescita sia per te che per la tua azienda. È una buona pratica affinare sempre le tue capacità e vedere dove hai opportunità di migliorare. Ho anche scoperto che quando si verificano queste situazioni, inizi a identificare i membri del team che eccellono in questo terreno e, forse la cosa più importante, evidenzia le aree deboli della tua attività che richiedono attenzione e innovazione.

Voto negativo importa la sua grandezza, dovresti affrontare ogni crisi con il paio di diligence appropriato, quindi non agire troppo velocemente. Conoscere i fatti prima di saltare alle conclusioni. Ecco i sette passaggi che dovresti compiere quando ti trovi di fronte a una crisi.

1. Comunicare con fiducia. Gestire adeguatamente una crisi implica comunicare con le persone coinvolte che potrebbero esserne colpite. Se i clienti sono interessati, è meglio far loro sapere che sei a conoscenza del problema, ci stai lavorando e ti ricontatterai con un aggiornamento entro un determinato periodo di tempo. Puoi postare un messaggio sul tuo sito web, social, passare una mail a raffica. Potresti anche chiedere a un rappresentante del servizio clienti di condividere il tuo messaggio quando i clienti chiamano. In questo modo il problema non diventa un incubo più grave per le relazioni con i clienti perché non sembri trasparente. Se la tua squadra è coinvolta, stabilire una comunicazione buona e regolare aiuta a infondere fiducia e favorire un maggiore lavoro di squadra durante la crisi.

2. Non giocare al gioco della colpa. Una crisi non è il momento per iniziare a puntare il dito saltando alle conclusioni. Non solo mostra una mancanza di professionalità e scarsa, ma spreca tempo ed energie che dovrebbero essere utilizzate per affrontare la crisi. Puoi affrontare la questione del perché la crisi si è verificata in un secondo momento, che potrebbe non essere quello che pensi all’inizio. In questo momento, devi essere al momento e concentrato su una cosa: risolvere il problema prima che crei un problema maggiore per la tua attività. Quando sorprendi le persone che iniziano a incolpare gli altri, stroncalo rapidamente sul nascere in modo che sappiano che non tollererai i pettegolezzi.

3. Non agire in fretta. Sebbene tu voglia risolvere rapidamente la crisi, agire in fretta e tagliare gli angoli può peggiorare la situazione. Vuoi reagire, ma non esagerare. Respira, fai un passo indietro e affronta la situazione con una mente chiara e concentrata. A volte potrebbe volerci un po ‘di più, ma è meglio essere più accurati.

4. Raccogliere i fatti. Condurre una valutazione a 360 gradi della situazione. Devi conoscere i fatti, le persone coinvolte e cosa potrebbe causare la crisi. Solo quando comprendi tutti i dettagli della situazione puoi iniziare ad affrontare il problema. Ad esempio, ho avuto dei sospetti prima di sollecitare i clienti per servizi al di fuori della mia attività. Ho scoperto che è importante non indovinare ignorare le informazioni che potrebbero non sembrare rilevanti. Prima di accusare qualcuno, è importante avere il patronato a cui fare riferimento che mantenga la conversazione sui fatti in modo che non diventi personale.

5. Crea un team di risposta. Non puoi essere un’operazione di risoluzione delle crisi da una sola persona e non vuoi che una crisi consumi l’attenzione e l’energia dell’intera azienda. Desidero sempre designare una persona di riferimento, il team per la mia attività e i clienti da contattare per domande e aggiornamenti. Inoltre, esaminiamo cosa dire (e cosa non dire), quindi non creiamo un problema più grande.

6. Sviluppare un piano con obiettivi chiari. Voto negativo importa quale strategia sviluppi per la tua crisi, assicurati che includa passaggi dettagliati con obiettivi chiari. La rete finale del piano è risolvere il problema, ma non può andare da A (il problema) direttamente a Z (la soluzione). Dovrebbe includere azioni specifiche con istruzioni passo passo ed evidenziare come verranno eseguite, chi si prenderà cura di quale elemento dell’azione e entro quale periodo di tempo.

7. Annotare il problema sottostante per dopo. È troppo facile per una crisi trattare solo il sintomo superficiale e non il problema sottostante. Ma così spesso una crisi è segno di un problema più profondo. Utilizzare l’attuale situazione di crisi come un’opportunità per introdurre cambiamenti positivi. Dopo che la crisi è stata risolta, invita le persone appropriate a discutere la situazione e correggere ciò che potrebbe aver innescato la crisi in modo che non accada di nuovo. In genere questo finisce per essere nuove politiche che eliminano i punti deboli per le operazioni che non sapevi esistessero.

Ogni azienda ha i suoi momenti di crisi. piccola, breve termine lungo termine, interna esterna, una crisi può avere un impatto diffuso. Imparare a gestire una crisi quando si presenta non solo può aiutarti a diventare una a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *